Il 17 Giugno ho compiuto 25 anni, un’età importante, un’età in cui dovresti aver giù buttato le basi della tua vita; il fatto che io sia dei gemelli è un’apostrofo rosa tra le parole bi-polare, infatti alle volte sono contento del mio percorso, ma altre mi vedo ancora come un ragazzino post-diploma con le sue mille domande sulla vita che dovrà scegliersi.

Uno dei regali che ho ricevuto è un libro di Lonely Planet, GUIDA per la salvarsi la vita VIAGGIANDO – 500 esperienze e luoghi per stare bene, una guida che in base al proprio stato d’animo o al periodo che si sta affrontando, ti consiglia diverse mete da visitare per poter risanare. È proprio da un suo capitolo che vorrei introdurvi al mio primo compleanno festeggiato al mare!!

ESSERE O NON ESSERE
Crisi esistenziale
Il filosofo francese Emmanuel Lévenias contrappone nel nostro immaginario due epoche figure di viaggiatori: Ulisse, errante nell’indomabile speranza di tornare a un famigliare punto di partenza e Abramo, chiamato verso un “Altrove” dal quale non c’è rimpatrio, ma solo un progressivo inoltrarsi, un inesorabile lasciarsi alle spalle.
Di fatto, ci sono momenti nella vita in cui non sappiamo verso quali orizzonti procedere, se fare marcia indietro o avanzare caparbiamente, se obbedire alla nostalgia o al nomadismo delle nostre aspirazioni.
Le crisi ci fanno soffrire, certo. […] Partire, allora, questa  volta in concreto, non significa altro che assecondare i paesaggi dell’anima e quelli del mondo, di incontri che riportino a galla le domande perdute nelle coltre delle nostre paure, di quello stupore che fa strabuzzare gli occhi di fronte alla sconfinata immensità della natura e del cuore.
E così non avrà importanza scoprirsi eroi omerici o patriarchi biblici, purché di quel viaggio, intimo e tangibile al contempo, si riesca a scorgere l’impareggiabile ricchezza.

Viaggiare fa bene, anche un solo weekend con gli amici garantisce buoni risultati.


Dopo anni, il mio compleanno cade nuovamente di Sabato e arrivare a 25 anni avendo la fortuna di essere nato praticamente in estate e non aver mai festeggiato al mare è scandaloso! Allora tutto pronto, siamo i soliti 4 gatti, è incredibile come abbiano la vita più impegnata dei 25enni che non dei manager di successo.

Sabato:

“Waaoohh oggi compio 25 anni, auguri a me” – No, non è vero, ci si sveglia con  l’amarezza di essere più vicini ai 30 che ai 18 anni, con l’aggiunta della consapevolezza che da oggi si pagheranno i treni, perché dopo il quarto di secolo non si è più figli di ferroviere!
Per risparmiare si è deciso di dormire in tenda, bisogna comprarne una, tanto essendo furbi si parte dopo pranzo!
Ovviamente guida il festeggiato con la sua 500.
Stranamente il ritardatario si fa trovare pronto, ma l’addetto ai materassini che, poverino, uscito dal lavoro a mezzogiorno non è riuscito a prepararsi in tempo per le quattordici, opta per scendere di casa quasi un’ora dopo, il tutto va a creare una catena che sfocia nella prima rabbia della ragazza di quest’ultimo, la quale ha deciso di aspettare sotto al sole; (all’arrivo lei mi porge una collana di fiori, tipica hawaiana che fa pendant con il mio cappello da vacanziero no stop).
Si parte! Ma prima si studia come far stare un mondo dentro una 500, una macchina che di per se non consuma quasi niente, pur essendo benzina, ma un viaggio di circa 3 ore, sotto al sole e l’aria condizionata accesa no stop fa fuori quasi un pieno.

Una volta arrivati, si montano le tende e si va subito in spiaggia ad Andora. Sono le 18.30! Nel corso della vita, una delle sensazioni più belle è camminare sulla spiaggia (di sabbia) per la prima volta dopo un anno, camminare e accelerare il passo per poi tuffarsi in mare… è Giugno, è quasi ora di cena e il mare è ancora caldo! Come ci si butta, ci si ricarica, non si sente più il caldo patito, la mente entra in modalità vacanza e ciao pensieri.

Mare e sole = Relax.

Ci si gode la spiaggia e poi si fa ritorno al camping a prepararci per la sera, per il Sabato sera, destinazione: cena ad Alassio.

SCELTA SBAGLIATA, RIPETO SCELTA SBAGLIATA. Mai andare in macchina ad Alassio (Dopo Firenze anche Alassio).

Dopo una estenuante ricerca di un parcheggio, che la pixar in meno tempo ha trovato sia Nemo che Dory, inizia un’altrettanto estenuante ricerca di un ristorante che ispiri, perché TripAdvisor è mainstream.
Un classico dopocena normale: passeggiata per il budello sperando di trovare un bancomat che funzioni, si cerca di convincere il ritardatario, che è anche schizzinoso, a camminare lungo la spiaggia, avrà fatto meno fatica Frodo a distruggere l’anello che non lui a camminare con le scarpe sulla spiaggia.
Tornati al campo base, resta solo la discoteca.

Le discoteche sul mare, avranno sempre una marcia in più rispetto a qualsiasi altro locale.
Consapevole che la sera bisognerà guidare per il ritorno, si torna in tenda per le 4.

Ma beati coloro che crollano in qualsiasi posto.

Una “dormita” di 40 minuti non è sufficiente a far riposare ma daranno quest’opportunità.

 

Domenica:

L'alba dei 25
L’alba dei 25

C’è il sole, fa caldo e arriva una chiamata:
“Ohh stiamo arrivando, ma li c’è il sole? No perché più mi avvicino alla Liguria e più vedo nuvole”.
“Stay easy, c’è il sole e si schiatta”
Conversazioni tipica con lo iettatore, manco il tempo di riagganciare e il sole è un ricordo. Un ricordo che si fa vivo nuovamente verso ora di pranzo.

Il mare è cosi, fa diventare bambini tutti quanti, chi gioca con le onde, chi fa scherzi, chi prende il sole e che vorrebbe dormire.

Il desiderio del mio compleanno, per il destino è stato il “vorrei guidare per l’aurelia”, infatti i 19 km di coda da Finale Ligure a Savona me lo hanno permesso.

Finalmente un compleanno al mare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...